Come installare il server Web Apache su Ubuntu 18.04

instagram story viewer

Il Apache HTTP server è un server web multipiattaforma gratuito, open source, potente, stabile, affidabile e più utilizzato, che funziona su sistemi simili a Unix come i sistemi operativi Linux e Windows. Offre molte potenti funzionalità contenenti moduli caricabili dinamicamente, un potente supporto multimediale e un'immensa integrazione con altri software popolari. Funziona anche come proxy inverso per altri server, ad esempio server di applicazioni come Nodejs, Python e altri.

In questo articolo spiegheremo come installare un server web Apache su Ubuntu 18.04. Vedremo anche come gestire il servizio Apache tramite systemd e creare host virtuali per la configurazione di siti Web.

Passaggio 1: installazione di Apache su Ubuntu 18.04

1. Apache è disponibile dai repository software ufficiali di Ubuntu, per prima cosa inizia aggiornando il tuo l'indice del pacchetto del sistema e quindi installare il pacchetto Apache e le dipendenze utilizzando il pacchetto APT manager.

$ sudo apt update $ sudo apt install apache2. 

Dopo aver installato correttamente il server Web Apache, prendere nota di questi importanti file e directory predefiniti di Apache.

  • Directory principale dei file di configurazione: /etc/apache2/.
  • File di configurazione principale: /etc/apache2/apache2.conf.
  • Frammenti di configurazione aggiuntivi: /etc/apache2/conf-available/ e /etc/apache2/conf-enabled/.
  • Frammenti di configurazione degli host virtuali per sito: /etc/apache2/sites-available/ e /etc/apache2/sites-enabled/.
  • Frammenti di configurazione per il caricamento dei moduli: /etc/apache2/mods-available/ e /etc/apache2/mods-enabled/.
  • Documento Web Root: /var/www/html/.
  • Directory dei file di registro (log di errori e accessi): /var/log/apache/.

2. Dopo il processo di installazione di Apache, il servizio del server web dovrebbe essere avviato automaticamente, puoi verificare se è attivo e funzionante con il seguente comando.

$ sudo systemctl status apache2. 
Controlla il servizio Apache in Ubuntu
Controlla il servizio Apache in Ubuntu

3. Ora che il tuo server Web Apache è attivo e funzionante, esaminiamo alcuni comandi di gestione di base per gestire il servizio Apache utilizzando i seguenti comandi.

$ sudo systemctl status apache2. $ sudo systemctl stop apache2. $ sudo systemctl avvia apache2. $ sudo systemctl riavvia apache2. $ sudo systemctl ricarica apache2. $ sudo systemctl abilita apache2. $ sudo systemctl disabilita apache2. 

4. Successivamente, se hai il UFW firewall abilitato e in esecuzione sul tuo sistema, devi aprire le porte 80 e 443 per consentire le richieste dei client al server Web Apache tramite HTTP e HTTPS rispettivamente, quindi ricaricare le impostazioni del firewall utilizzando i seguenti comandi.

$ sudo ufw allow 80/tcp. $ sudo ufw allow 443/tcp. $ sudo ufw ricarica. 

Passaggio 2: controllo del server Web Apache su Ubuntu 18.04

5. Ora verifica se la tua installazione di Apache2 funziona bene; aprire un browser Web e immettere il seguente URL per accedere alla pagina Web predefinita di Apache.

http://domain_name/ O. http://SERVER_IP/

Se vedi questa pagina, significa che il tuo server web Apache sta funzionando bene. Mostra anche alcune informazioni di base su importanti file di configurazione di Apache e posizioni delle directory.

Controlla la pagina Web di Apache
Controlla la pagina Web di Apache

Nota: Se desideri utilizzare un nome di dominio fittizio come tecmint.local, che non è un dominio completamente registrato, puoi impostare un DNS locale utilizzando il /etc/hosts file sulla macchina da cui accederai alla pagina Web predefinita di Apache.

$ sudo vim /etc/hosts. 

Quindi aggiungi la seguente riga in fondo al file, assicurati di sostituire 192.168.56.101 e tecmint.local con l'indirizzo IP del tuo server e il nome di dominio locale.

192.168.56.101 tecmint.local 

Passaggio 3: configurazione di host virtuali Apache su Ubuntu 18.04

6. Successivamente, spiegheremo come creare host virtuali nel server HTTP Apache (simile a Blocchi server Nginx) per i tuoi siti web. Ad esempio, se hai un sito chiamato esempio.com che desideri ospitare sul tuo VPS utilizzando Apache, devi creare un host virtuale per esso sotto /etc/apache2/sites-available/.

Innanzitutto inizia creando la directory principale dei documenti per il tuo dominio esempio.com, dove verranno archiviati i file del tuo sito.

$ sudo mkdir -p /var/www/html/example.com/

7. Quindi imposta le autorizzazioni appropriate sulla directory come mostrato.

$ sudo chmod -R 775 /var/www/html/example.com/ $ sudo chown -R www-data: www-data /var/www/html/example.com/

8. Quindi, crea una pagina di indice html di prova per il tuo sito nella directory principale del tuo sito web.

$ sudo vim /var/www/html/example.com/index.html. 

All'interno, aggiungi il seguente codice HTML di esempio.

Benvenuto su Esempio.com!

L'host virtuale example.com funziona!

Salva e chiudi il file quando hai finito.

9. Ora crea un esempio.com.conf file host virtuale per il tuo sito sotto /etc/apache2/sites-available/ directory.

$ sudo vim /etc/apache2/sites-available/example.com.conf 

Incolla la seguente direttiva di configurazione, che è simile a quella predefinita, ma aggiornata con una nuova directory e un nome di dominio.

 NomeServer example.com ServerAlias ​​www.example.com ServerAdmin [e-mail protetta] DocumentRoot /var/www/html/example.com/ ErrorLog ${APACHE_LOG_DIR}/example.com_error.log CustomLog ${APACHE_LOG_DIR}/example.com_access.log combinato. 

Salva e chiudi il file quando hai finito.

10. Ora abilita la configurazione del tuo sito usando il a2ensite utilità.

$ sudo a2ensite example.com.conf. 

11. Quindi, prova la tua configurazione di Apache2 per eventuali errori, se tutto è ok, riavvia il servizio apache2, come mostrato.

$ sudo apache2ctl configtest. $ sudo systemctl riavvia apache2. 

12. Dal momento che il nome di dominio esempio.com è un dominio fittizio (non un dominio completamente registrato), devi anche impostare il DNS locale aggiungendolo al /etc/hosts file.

$ sudo vim /etc/hosts. 

Quindi aggiungi la seguente riga in fondo al file, assicurati di sostituire 192.168.56.101 e esempio.com con l'indirizzo IP del tuo server e il nome di dominio locale.

192.168.56.101 esempio.com. 

Salva il file ed esci.

13. Infine apri un browser web e accedi alle pagine indice del sito di test utilizzando i seguenti URL, come mostrato nello screenshot.

http://example.com. 
Prova il sito Web di VirtualHost
Prova il sito Web di VirtualHost

Questo è tutto! In questo articolo abbiamo spiegato come installare il server web Apache su Ubuntu 18.04. Abbiamo anche esaminato come gestire il processo Aapche2 tramite systemd e creare e abilitare configurazioni di host virtuali per sito. Se hai domande, usa il modulo di commento qui sotto per contattarci.

Teachs.ru