Aggiunte guest VirtualBox da includere nel kernel Linux

instagram story viewer
virtualbox in Ubuntu Unity Dash
VirtualBox è un popolare software di virtualizzazione

VirtualBox rende facile provare le distribuzioni Linux senza sostituire il sistema operativo corrente o impegnarsi in un gioco di riavvio leap frog.

Ma le cose stanno per andare anche Più facile. Presto non ne avrai bisogno installa il pacchetto VirtualBox Guest Additions per ottenere un'esperienza Linux completamente integrata con il tuo sistema operativo host.

Le aggiunte degli ospiti stanno arrivando al kernel Linux.

Aggiunte guest VirtualBox nel kernel Linux

Eseguire Linux Mint in VirtualBox

Il più grande svantaggio di testare le distribuzioni Linux in VirtualBox in questo momento è la mancanza di integrazione. Indipendentemente dal fatto che si avvii un CD live o una macchina virtuale installata, alcune funzionalità chiave non funzionano "pronte all'uso".

Quindi, per ottenere prestazioni migliori e per abilitare funzionalità come condivisione di cartelle, modalità senza interruzioni e appunti condivisi, la maggior parte di noi attualmente installa il Aggiunte per gli ospiti di VirtualBox pacchetto.

Questo pacchetto raggruppa driver di dispositivo, utilità di sistema e moduli del kernel che consentono all'"ospite" OS (quello in fase di test) per interagire e/o integrarsi con il sistema operativo "host" (quello che VirtualBox è in esecuzione sopra).

Le distribuzioni Linux come Ubuntu semplificano l'installazione delle aggiunte guest di VirtualBox.

Basta avviare la macchina virtuale, lasciarla caricare, andare su "Dispositivi" > "Inserisci CD aggiunte guest" e quindi segui le istruzioni sullo schermo (Ubuntu ti mostrerà una finestra di dialogo che ti chiede di "eseguire" il programma di installazione delle aggiunte guest).

È sufficiente un riavvio rapido per la maggior parte di queste funzionalità extra, incluso il ridimensionamento dello schermo, le cartelle condivise e il controllo USB, per iniziare a funzionare.

Ma l'anima pigra dentro di me è entusiasta di sentire che questo processo sarà presto un ricordo del passato.

In arrivo al kernel Linux

Gli sviluppatori del kernel stanno lavorando per aggiungere funzionalità in VirtualBox Guest Additions al kernel Linux. I primi frutti del loro lavoro appariranno in Linux 4.16.

Queste funzionalità aggiuntive sono rilasciate sotto licenza GPL e si trovano nell'albero del kernel. Ciò significa che sul tuo sistema non vengono caricati codici proprietari aggiuntivi o blob binari

Perché è importante?

Bene, significa che la prossima volta che avvii una distribuzione Linux con il kernel Linux 4.16 (o successivo), Aggiunte per gli ospiti di VirtualBox sarà già installato. Non dovrai abilitare, aggiungere, installare o modificare nulla (in teoria).

Le funzionalità di base per l'integrazione del sistema come la modalità senza interruzioni e il copia e incolla tra ospite e host funzioneranno "semplicemente". Gli sviluppatori hanno anche intenzione di supporta subito le cartelle condivise in una futura versione del kernel.

Questa è una grande vittoria; significa che più persone saranno in grado di campionare con cautela le distribuzioni Linux e avere una prima impressione migliore di esse. Semplificherà anche la vita degli sviluppatori consentendo loro di testare, distribuire e iterare rapidamente tra più VM senza dover fare i salti mortali per ognuna.

All'inizio

Non tutte le funzionalità extra verranno integrate immediatamente nel kernel Linux, ma cose come l'automatico ridimensionamento, modalità continua, appunti bidirezionali, trascinamento della selezione e migliori prestazioni complessive, potrebbe.

Diamine, forse anche Wayland giocherà bene a un certo punto! ;)

Sebbene sia utile per i desktop con GUI che inseriscono le varie funzionalità nel kernel Linux stesso, ha anche un reale vantaggio per coloro che virtualizzano le versioni del server Linux.

Ubuntu lo fa già (ma è bacato)

Durante la scrittura di questo post ho scoperto che un certo numero di distribuzioni Linux, inclusi Ubuntu e Linux Mint, vengono già forniti con una versione personalizzata delle aggiunte degli ospiti abilitate nella loro immagine.

Questo approccio è encomiabile e fornisce una prima impressione migliore. Ma è anche un po' un ostacolo; alcuni utenti trovano le versioni "preinstallate" prive di funzionalità e quindi riscontrano errori e problemi durante il tentativo di installare la versione normale delle aggiunte guest.

Avere gli stessi moduli forniti come parte del kernel Linux stesso e versioni diverse confezionate come add-in dai fornitori di distro, è, almeno a mio avviso, la situazione preferita.

Grazie Cappello Rosso

Il lavoro è guidato da Red Hat (sono fantastici, vero?) Quindi se pensi che ti piacerà davvero avere questo supporto abilitato OOTB, invia alcuni cuori di Twitter e pollici di Facebook a modo loro.

attraverso Reddit

Tutto Ubuntu, tutti i giorni. Dal 2009.

Teachs.ru