Riepilogo delle versioni Linux: Communitheme, Cantata, VS Code e altro

Sono state un paio di settimane impegnative per alcuni ben noti progetti Linux, con gli sviluppatori che hanno chiaramente scelto di fare il fieno mentre il sole splende (e ragazzi, qui nel Regno Unito splende!).

Questo post serve come una carrellata di alcune delle ultime versioni di app Linux, fornendoti un punto culminante delle modifiche chiave più dettagli su come installarli/ottenere/scaricarli/aggiornarli/rm -rf (eliminarli come applicabile).

Ricordare: Non ho occhi ovunque, quindi affidati molto il tuo suggerimenti di notizie per tenermi aggiornato con il mondo oltre la mia bolla. Se un'app che ami non viene mai menzionata su questo sito è (probabilmente) non perché la odio, ma perché non la conosco, quindi per favore (ab) usa il modulo dei suggerimenti!

Rilasciato GSConnect v12

Una panoramica delle funzionalità di GSconnect

GSconnect è una magica estensione GNOME che consente al tuo telefono Android di integrarsi con il tuo desktop Linux. Così buono, infatti, che gli sviluppatori di Ubuntu vogliono spedirlo come parte del prossimo Versione Ubuntu 18.10 (anche se l'ultima volta che ho sentito che probabilmente finirà nei repository invece).

Ad ogni modo, questa settimana è uscita una nuova versione di GSconnect. GSconnect v12 aggiunge un paio di nuove funzionalità interessanti, oltre ad alcune correzioni qui e alcune modifiche all'interfaccia utente lì.

Ad esempio, ora puoi Condividere telefono: URL sul tuo telefono dal tuo desktop. Android aprirà i collegamenti telefonici nell'app di composizione predefinita con il numero di telefono collegato precompilato, pronto per essere squillato.

Puoi scaricare l'ultima versione di GSconnect direttamente da Github, anche se dovrai installarlo manualmente.

In alternativa, puoi installare GSconnect dal sito Web di GNOME Extensions (consigliato):

Installa GSconnect dalle estensioni di GNOME

Un avvertimento con l'approccio consigliato è che, al momento della stesura, l'ultima versione è in attesa di approvazione (e, per vari motivi, tale approvazione può richiedere del tempo), quindi dovrai essere paziente.

Se hai già installato Gsconnect sul tuo sistema allora a) facci sapere cosa ne pensi nel commenti eb) sarai in grado di aggiornare automaticamente l'estensione non appena sarà disponibile l'ultima versione approvato.


Cantata 2.3.2 Rilasciata

screenshot della cantata

I fan del lettore musicale Cantata basato su Qt5 potrebbero essere interessati a sapere che una nuova versione è uscita poche settimane fa.

Cantata 2.3.2 presenta una serie di piccoli miglioramenti, tutti progettati per far funzionare il client MPD multipiattaforma meglio che mai.

Ciò comprende:

  • Rimosso il codice di montaggio della condivisione interna di Samba 
  • Possibilità di scaricare solo episodi di podcast non riprodotti (selezionare "mostra non riprodotti")
  • Risolto il problema con "Trova nella libreria/album" per gli album con ID musicbrainz
  • QtMultiMedia ora utilizza per la riproduzione di flussi HTTP su Linux
  • Modifiche al tema di Ubuntu Yaru

Cantata è un client MPD open source. È disponibile per Windows, macOS, Linux e Haiku. Puoi saperne di più su Pagina Cantata GitHub, con i programmi di installazione di Windows e macOS disponibili nella pagina delle versioni.

Vuoi aggiornare o installare Canata 2.3.2 su Ubuntu 18.04 LTS e versioni successive? È facile grazie a Cantata PPA di PandaJim! Basta eseguire i seguenti comandi nel Terminale:

sudo add-apt-repository ppa: ubuntuhandbook1/cantata-qt
sudo apt update && sudo apt install cantata

Non appena l'installazione è terminata, sei libero di avviare l'app dal menu delle applicazioni.


Nuova versione di Yaru / Communitheme

ubuntu 18.04 con communitheme

Una nuova versione stabile di Ubuntu Communitheme — che è stata ribattezzato Yaru, ma fino a quando quel nome non affonda dentro immagino continuerò a chiamarlo con il nome che la maggior parte delle persone riconosce per ora - è disponibile su Ubuntu 18.04 e versioni successive.

L'ultima scuderia Yaru Il rilascio di Communitheme apporta una serie di miglioramenti (anche se purtroppo non per gli imbarazzanti accenti blu) tra cui:

  • Colore dell'etichetta secondaria Nautilus migliorato
  • Varie modifiche minori a GTK2
  • Un'indicazione predefinita del pulsante "pulizia"
  • Stile per il programma di installazione di Ubiquity
  • Pulsante visibile "interrompi caricamento" in Nautilus
  • Modifiche alla schermata di accesso a GDM

Puoi come sempre installare Communitheme su Ubuntu 18.04 LTS come sessione Snap da - dove altro? — lo Snap Store ufficiale:

sudo snap install communitheme

Una volta installato il pacchetto sarà necessario disconnettersi dalla sessione corrente e, dalla schermata di accesso, selezionare la sessione “Ubuntu con communitheme snap”. Procedi con il login e poi ammira il tuo desktop dal nuovo look!


qBittorrent 4.1.2 Rilasciato

Non ricordo l'ultima volta io giocato con un torrent, ma tu? Probabilmente puoi.

E se sei un fan dei torrent e delle app Qt quindi quelle gratuite e affidabili qBittorrent è fatto apposta per te.

Nato di recente, il qBittorrent 4.1.2 la versione presenta una serie di correzioni di bug, miglioramenti iterativi e alcune nuove funzionalità, tra cui:

  • Opzione "Inibisci il sonno"
  • Funzione “download sequenziale”
  • Opzione thread asincroni io aggiunta alle impostazioni avanzate
  • Opzione per disabilitare l'intervallo di ripristino del salvataggio
  • Collegamento al registro delle modifiche aggiunto al programma di aggiornamento in-app (Windows/Mac)

Puoi installare qBittorrent 1.4.2 su Ubuntu 16.04 LTS e versioni successive usando il qBittorrent PPA ufficiale:

sudo add-apt-repository ppa: qbittorrent-team/qbittorrent-stable
sudo apt update && sudo apt install qbittorrent

PS: non dimenticare di aiutare a seminare le ultime ISO Linux delle tue distribuzioni preferite!


Rilasciato il codice di Visual Studio 1.26

L'ultima in questa carrellata di versioni, ma non meno importante, è l'ultima versione del popolarissimo editor di codice multipiattaforma di Microsoft, Codice di Visual Studio.

e discutibile il il cambiamento più significativo (almeno per me) nella versione v1.26 è il aggiunta della “modalità offline”. Ciò interrompe tutte le richieste di rete in uscita da VS Code a meno che vengono attivate le funzioni che richiedono l'accesso online.

La modalità offline aggiunge impostazioni per disattivare funzionalità come il controllo automatico dell'aggiornamento delle estensioni, le impostazioni di query per gli esperimenti A/B e il recupero dei dati online per i completamenti automatici,Lo afferma il team VS Code di Microsoft.

Altre modifiche degne di nota in Visual Studio Code 1.26 includono:

  • Barra di navigazione breadcrumb sopra il riquadro dei contenuti
  • Il menu Visualizza ottiene il sottomenu "Aspetto"
  • Il "rendering rapido" migliora le prestazioni di avvio percepite
  • Applicare "Risoluzioni rapide" dal pannello "Problemi"
  • Supporta TypeScript 3.0.1
  • Supporti terminali integrati Alt+clic selezione della colonna
  • Completamento tag JSX
  • Completamenti automatici IntelliSense aggiunti al campo di ricerca dell'estensione

Puoi scaricare VS Code per Windows, macOS e Linux (incluso Ubuntu 18.04 LTS o versioni successive) dalla pagina di download del sito Web del progetto:

Scarica il codice di Visual Studio

Puoi installare Visual Studio Code come app Snap da Snap Store/Ubuntu Store sulle distribuzioni supportate o come app Flatpak disponibile su Flathub, l'app store Flatpak.


uff! Questo conclude la carrellata di questa settimana. Assicurati di tenerci nutriti di idee per il prossimo!

Se sei un fan di una delle app in primo piano, dagli un grido qui sotto!

Tutto Ubuntu, tutti i giorni. Dal 2009.

Teachs.ru