Come correggere l'errore Apt "Impossibile recuperare" causato da Chrome

instagram story viewer
Chrome elimina il supporto Linux a 32 bit
Google Chrome ha abbandonato le build Linux a 32 bit

Google ha annunciato l'intenzione di interrompere Google Chrome a 32 bit per Linux questo marzo e, bang al momento giusto, lo ha fatto.

Il motore di ricerca ha estratto le build di Chrome a 32 bit dal repository ufficiale di Chrome, che viene aggiunto a Ubuntu Software Sources quando l'app viene installata per la prima volta.

Alcuni sistemi Ubuntu a 64 bit catturati nel mirino della deprecazione stanno ora generando un piccolo, ma molto fastidioso, errore durante l'esecuzione di un aggiornamento apt.

L'errore di recupero non riuscito che appare nel terminale dice:

“Impossibile recuperare http://dl.google.com/linux/cromo/deb/dists/stabile/Release Impossibile trovare la voce prevista 'main/binary-i386/Packages' nel file Release (voce errata Sources.list o file non valido)”

In alternativa potresti vedere:

”Salta acquisizione del file configurato ‘main/binary-i386/Packages’ come repository ‘ http://dl.google.com/linux/chrome/deb stabile InRelease' non supporta l'architettura 'i386'”

Se vedi uno di questi due errori non farti prendere dal panico. È facile correggere l'errore di "recupero non riuscito" e il problema di "acquisizione saltata". Tutto ciò che richiede sono 30 secondi e pochi semplici caratteri...

'La correzione richiede solo 30 secondi per essere eseguita, quindi nessun errore fastidioso.'

Correggi l'errore Apt "Impossibile recuperare" su Ubuntu

La mancia ci arriva tramite OMG! Ubuntu! lettore Santiago Batista, che ci spiega la situazione nella sua e-mail:

"Dal momento che Google ha abbandonato il supporto per Chrome a 32 bit su Linux, si verifica un errore durante l'aggiornamento di apt nei sistemi a 64 bit (con multi arch abilitato).

"La soluzione", dice, "è modificare il file sources.list per Chrome".

Ma come lo fai?

Possiamo modificare source.list in diversi modi. Alcuni di questi avvengono dalla riga di comando, altri tramite una GUI.

Potresti avere il tuo metodo preferito, ma per questa guida userò Gedit.

1. Apri una nuova finestra di Terminale ed esegui il seguente comando (supponendo che tu sia sul canale stabile, in caso contrario, vedi il commento in primo piano):

sudo gedit /etc/apt/sources.list.d/google-chrome.list

2. Nel file di testo che si apre, modifica il file in modo che la riga sia:

deb [arch=amd64] http://dl.google.com/linux/chrome/deb/ stable main

L'unica aggiunta che devi fare è inserire l'architettura [amd64] dopo "deb" ma prima di "http". Non modificare o sostituire qualsiasi altro testo in questo file.

3. Premi Salva. Chiudi la finestra di Gedit.

Ora torna al Terminale e aggiorna l'elenco dei pacchetti eseguendo:

sudo apt-get update

L'errore APT "Impossibile recuperare" non dovrebbe più apparire.

Tutto Ubuntu, tutti i giorni. Dal 2009.

Teachs.ru