Come aggiungere cartelle di categorie extra alla dashboard di Gnome-Shell

instagram story viewer

Gnome 3.8 ha introdotto una serie di ingegnose modifiche come le nuove applicazioni per Meteo, Orologio, Documenti e Prendere appunti, ricerca migliorata nelle attività, Impostazioni privacy e così via.

Tra questi c'era una modifica che riguardava lo scambio delle vecchie categorie della panoramica dell'applicazione per le cartelle delle categorie.

In sostanza, le nuove cartelle delle categorie non sono diverse dalla vecchia barra laterale delle categorie. Classificano le applicazioni in base a ciò che fanno, quindi app come Calcolatrice e Archivia file vanno su "Utilità"; i lettori di musica e film vengono visualizzati in "Audio e video"; GIMP, Inkscape e Pinta vengono visualizzati in "Grafica", ecc.

Ciò che li rende diversi è che le vecchie Categorie erano mostrate come barra laterale a destra della griglia Applicazioni, per cui il nuovo le cartelle vengono visualizzate direttamente nella griglia stessa e facendo clic su di esse viene richiamato un popover che mostra le applicazioni se stessi.

Cartella Utilità in GNOME 3.8
Cartella Utilità in GNOME 3.8

È piuttosto frusciante.

Ma c'è solo un problema: per impostazione predefinita GNOME fornisce solo due cartelle: Utilità e Varie. Tutto il resto appare su uno schermo, rendendo la ricerca di app ad occhio un po' opprimente.

Ogni app. Buon nuoto.
Ogni app. Buon nuoto.

La buona notizia è che è relativamente facile aggiungere nuove cartelle in cui raggruppare le applicazioni e questo è esattamente l'argomento di questo articolo.

Sporcarsi le mani

La prima cosa che devi fare è avviare "dconf Editor".

Non sai come? Basta premere il "tasto Super" (potrebbe avere un logo di Windows su di esso) e digitare "dc" nel campo di ricerca. L'app verrà visualizzata durante la digitazione in modo che tu possa fare clic su di essa.

Cerca editor Dconf
Cerca editor Dconf

Una volta aperto Dconf, vai a org > gnome > shell nella barra laterale. Nel riquadro di destra vedrai un'intestazione di voce che legge: categorie-cartella-app seguito dal suo contenuto: ['Utilità', 'Varie']

All'interno di Dconf stesso
Dconf in azione

Fare doppio clic sul campo dei contenuti in modo che diventi modificabile. Elimina tutto il testo al suo interno e sostituiscilo con quanto segue:

 ['Utilità', 'Varie', 'Ufficio', 'Rete', 'Internet', 'Grafica', 'Multimedia', 'Sistema', 'Sviluppo', 'Accessori', 'Impostazioni di sistema', 'Altro']

Questo ordinerà automaticamente le tue applicazioni nelle cartelle appropriate, in questo modo:

Panoramica delle applicazioni categorizzate
Panoramica delle applicazioni categorizzate

Che sembra un po' più organizzato di prima:

Panoramica delle applicazioni non categorizzate
Panoramica delle applicazioni non categorizzate

Andare avanti

Per quelli di voi che vogliono un po' più di potenza e hanno voglia di giocare un po' di più, è possibile rimuovere alcune di queste categorie, basta osservare la semantica dell'espressione regolare in questo modo:

 ['Categoria1', 'Categoria2', 'Categoria3',... 'Categoria N']

Purtroppo la creazione di categorie personalizzate non è ancora possibile, quindi sei bloccato con quelle integrate.

Ma cosa succede se sbaglio?

Oh, non preoccuparti di questo. C'è "Imposta su predefinito" pulsante in basso a destra di DConf-Editor che ripristinerà l'impostazione selezionata al suo valore predefinito:

Pulsante "Imposta su predefinito" in Dconf
Pulsante "Imposta su predefinito" in Dconf

Tutto Ubuntu, tutti i giorni. Dal 2009.

Teachs.ru