Come aggiungere cartelle a Plank, il popolare dock di Linux

instagram story viewer
gif di plancia

Sapevi che puoi aggiungere cartelle a Plank, la popolare app desktop Linux dock?

Immagino che la risposta sia "sì, lo fanno tutti" - ma dannazione non l'ho fatto! Nonostante abbia scritto di questa app per quasi sei anni, ho appena scoperto questa "caratteristica".

Quello che mi sconcerta di più è quanto sia incredibilmente facile da usare (e quindi anche da scoprire). Non c'è hacking, nessuna app aggiuntiva (come ti servirebbe per l'Unità launcher), e non c'è bisogno di creare un complesso .desktop file o.

Basta trascinare e cartella sul dock e plop - cartella allegata. Per aggiungere una cartella piena di scorciatoie per app, devi solo creare una nuova cartella da qualche parte accessibile, rilasciare le scorciatoie alle app a cui desideri accedere tramite la cartella e rilasciarla sul dock.

Ora, devo ammettere che non uso più spesso quel Plank. Le estensioni Dash to Dock e Dash to Panel GNOME si prendono cura delle mie esigenze di avvio delle app.

Ma so che Plank è popolare tra molti utenti Ubuntu (specialmente quelli che usano il desktop MATE).

Plank è un dock desktop agile, leggero e personalizzabile per desktop Linux. Supporta elenchi rapidi, badge di app (noti anche come "conteggi non letti") ed effetti al passaggio del mouse; un piccolo set di "docket" è in bundle con esso (incluso un orologio) ed è disponibile una vasta gamma di temi di terze parti.

Se non hai mai provato Plank te lo consiglio, soprattutto se utilizzi un ambiente desktop come MATE, Cinnamon o XFCE. Puoi installare Plank dal software Ubuntu su distribuzioni basate su Ubuntu. Dovrebbe essere anche nei repository della maggior parte delle altre distribuzioni Linux.

Installa Plank dal software Ubuntu

Tutto Ubuntu, tutti i giorni. Dal 2009.

Teachs.ru